Mailing List

iscriviti cancellati

Giugno 2019
D L M M G V S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6

Contatti

Chi è online

 53 visitatori online

29 e 30 Maggio 2010 - V7 in terra Etnea - Santa Venerina (CT)

 

Il mattino di sabato 29 maggio ci vede impegnati in un giro turistico sulla costa ionica, partendo dalla visita del castello di Aci Castello. Andando verso nord, poco distante, visitiamo Aci Trezza e ci godiamo la vista dei faraglioni (conoscete il racconto "I Malavoglia" di Giovanni Verga?).
Continuiamo verso nord, costeggiando il Mare Ionio, assaporandone i profumi e salendo fino a Castelmola, pittoresco borgo da cui si ha una meravigliosa vista che comprende anche la più nota "Taormina". Tornati a Santa Venerina, al Parco Princessa, sede del raduno, passiamo la serata tra un bicchiere di birra e l'altro, sgranocchiando qualche panino e parlando delle nostre amate moto. E' bello scambiarsi le conoscenze, le esperienze e le competenze su come fare funzionare al meglio queste motociclette che, a differenza di molte altre, sanno farsi amare con i loro pregi ed i loro difetti. Esse mostrano di amarti se dimostri loro dell'affetto, come di odiarti se non le coccoli. Si, lo diciamo sempre, e sempre lo diremo: la V7 è una moto dotata di cuore.

 

01pic 02pic 03pic

 

Ed eccoci al 30 maggio, la giornata non è delle migliori, il cielo è coperto ma fortunatamente non piove, accanto al nostro stand allineiamo le V7 per le foto di rito e partiamo, insieme agli altri guzzisti, alla volta di Zafferana Etnea per poi percorrere la strada provinciale 59 per Milo e Fornazzo dove imbocchiamo la strada cosiddetta "Mareneve" che collega Linguaglossa e Fornazzo. Impossibile descrivere pienamente la bellezza dei luoghi e dei panorami che la mareneve offre a chi la percorre, vi basti sapere che è stata ricostruita molte volte a causa delle numerose colate laviche che nei secoli scorsi, ed anche in questo, l'hanno attraversata. Ne rimangono a destra e a sinistra e per lunghi tratti, immagini di fiumi neri composti da pietre laviche di tutte le dimensioni. Pensate che ognuna di queste eruzioni ha terrorizzato le popolazioni dei paesi sottostanti, impegnandole in giorni e giorni di veglie di preghiere ai rispettivi santi protettori. Per non parlare dei profumi, intensissimi in questa stagione in cui i fiori di ginestra la fanno da padroni. Poi ci sono i boschi di pini, betulle, querce (e non solo). Infine il mare di cui è quasi onnipresente la vista.

 

Arrivati al Rifugio Citelli (m 1741 s.l.m.) viene preparato dai Guzzisti dell'Etna un rinfresco che ci permette di riposarci un po'. Si riparte per S.Alfio, dove ci aspetta un altro rinfresco più "alcolico" e poi giù di nuovo verso la sede del raduno. Il pranzo, la premiazione ed i saluti terminano in bellezza due giornate mozzafiato, difficili da dimenticare.

 

04pic 05pic 06pic

 

Ringraziamo calorosamente i Guzzisti dell'Etna per la loro disponibilità e l'accoglienza che ci hanno dimostrato.
Ringraziamo con grande riconoscenza anche chi ha accolto i v7-isti che sono venuti al raduno "V7 in terra Etnea" e cioè il nostro socio e amico Francesco Rizzo.

 

 

Ci ha fatto, inoltre, un immenso piacere la presenza di Robert Ek, anch'egli nostro socio, e di sua moglie, provenienti da un villaggio vicino ad Amburgo: i 5000 km, tra andata e ritorno, percorsi da questi due impavidi v7-isti tedeschi per partecipare al raduno sono davvero tanti, non possiamo che levarci il cappello in segno di rispetto e ringraziarli di vero cuore. Tutto questo alla faccia di coloro che avranno pensato: "ma perchè non hanno comprato una BMW?".

 

 

Tutte le altre foto potete vederle a questo link

 

Antonio Giosuè

 
free poker

Prossimi Incontri

Nessun evento
english

ATTENTION!! The translation is done from a tool, it could not be corrected.

FB

Ultime dal Forum Generale

Ultime dal Forum Tecnica

Ultime dal Forum Incontri

Copyright © 2011 motoguzzi-v7club.it. All rights reserved.